Multicursor - Working In Background

(Fonte: jarrodis)

ho deciso che userò quelle bustine di infuso ai frutti di bosco poco per volta, solo quando sarò davvero triste. Per tirarmi su, con quel profumo di rosso che c’hanno e il calore della tazzina che dal manico passa alla mia pancia, sciaquandomi l’angoscia. Una alla volta, ogni brutta notte.
Non basteranno.

3rd Aprile, GiovedìReblog
E poi io comunque alla fine avrei solo bisogno di stare seduta sul pavimento con una tazza di the sulle gambe, affianco a qualcuno che mi parli di poesia 3rd Aprile, GiovedìReblog

ho i sentimenti colorati di blu oltremare.

3rd Aprile, GiovedìReblog

La similitudine esatta non è quella della pianta; il nostro amore non è mai stato paziente, non ha mai avuto dosaggi di cure e attenzioni, è cresciuto tutto all’improvviso. Dal seme alla fioritura, con la fretta di prendere e infilare le sue radici ovunque, assimilare e arrampicarsi ancora di altri centimetri. Aggressivo e insidioso, prende, strappa e si annoda alle budella, stringe e accarezza e poi si struscia ai pensieri notturni. Lascia fiori, in primavera, nella piuma dei cuscini. Si annaffia da sé, non ha bisogno di vedere la luce del sole, perché qualsiasi luce non è mai abbastanza luminosa e bella e forte come quella che c’ha lui; germogliando. Viziato. Ma leggero. Divertente. Cresce dove e quando vuole, ci prende le mani e ce le allaccia. Tu però, solo una cosa. Non devi smettere di scrivermi, di inventare poesie, frasi brevi, sonetti, canzoni, versetti in prosa, qualsiasi cosa di poetico e fresco; che dalle tue vene passi alle sue, e dalle sue poi alle mie. E da quando abbiamo smesso di cercarci alle quattro di notte per dirci quant’era buono il profumo che avevamo sentito, per caso, strofinando il naso uno sulla spalla dell’altra, o del colore sorprendentemente acceso del cielo di mattina, delle stelle di notte, della fermata del pullman questo autunno, io, sto appassendo.

31st Marzo, LunedìReblog
mivolevidiversamasonoquesta:

quando lui le guarda le labbra e poi ingoia quel nodo, ah dio

mivolevidiversamasonoquesta:

quando lui le guarda le labbra e poi ingoia quel nodo, ah dio

(Fonte: maviyazanadam)

20:14

Il modo in cui, tornando, hai portato con te gli stessi odori di un anno fa. e la primavera, il sapore della nuova stagione, un sacco di altre cose felici che sanno delle prime ore del pomeriggio assolate, per cui io adesso, se ti penso, muoio. 

20th Marzo, GiovedìReblog
hurtlamb:

Blooming flowers are seen near the glacial ice toe on July 14, 2013 in Kangerlussuaq, Greenland. (source)

hurtlamb:

Blooming flowers are seen near the glacial ice toe on July 14, 2013 in Kangerlussuaq, Greenland. (source)

Ufficialmente, la mia parte preferita del Piccolo Principe è quella in cui lui incontra la volpe e parlano del significato della parola addomesticare. “Creare dei legami”. Per esempio, io ho visto milioni di persone come te venirmi a trovare di tanto in tanto e passare di sfuggita dalla mia vita, e mi sono sembrate sempre tutte uguali, vuote, come le rose nel giardino per il principe. Se tu facessi come tutti gli altri e andassi via, semplicemente, io non avrei bisogno di te e tu non avresti bisogno di me. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me l’unico al mondo e io sarò per te l’unica al mondo.
Addomesticami, per favore; quelle quattro spine che ho non basteranno mai a proteggermi.

15th Marzo, SabatoReblog

È così che va, ci si perde e poi ci si ritrova. A me è successo, per esempio, stasera, che mi son voluta improvvisamente bene dopo essermi preparata una tazza di the caldo. Mi mancavo, ma moderatamente.

15th Marzo, SabatoReblog
PORCAMADONNA

— Il Rosso

27th Febbraio, GiovedìReblog
[equilibrio.] 24th Febbraio, LunedìReblog